Benvenuti sul sito del Coordinamento Antimafia di Firenze

Il Coordinamento Antimafia di Firenze è un'associazione senza scopo di lucro, nata nel 1992 con l'obiettivo di:

L'mperativo può essere considerato: conoscere la mafia per difendersene.  

Questo è da sempre stato il messaggio più importante dell'associazione, da trasmettere soprattutto ai giovani!

 

I CENTO PASSI

"Sei andato a scuola, sai contare?" "si so contare"
"E sai camminare?" "so camminare" "E contare e camminare insieme lo sai fare?" "credo di si"
"Allora forza, conta e cammina.. 1,2,3,4.." "ma dove stiamo andando?" "..conta e cammina… 95,96,97,98,99,100..lo sai chi ci abita qui?
U zio Tanu ci abita qui.. cento passi ci sono da casa nostra, cento passi"
(tratto dal film di M.T. Giordana sulla vita di Peppino Impastato)

Nato nella terra dei vespri e degli aranci, tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio..
Negli occhi si leggeva la voglia di cambiare, la voglia di Giustizia che lo portò a lottare..
Aveva un cognome ingombrante e rispettato, di certo in quell'ambiente da lui poco onorato..
Si sa dove si nasce ma non come si muore e non se un'ideale ti porterà dolore..
"Ma la tua vita adesso puoi cambiare solo se sei disposto a camminare, gridando forte senza aver paura contando cento passi lungo la tua strada"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!

"Noi ci dobbiamo ribellare" (dal film)

Poteva come tanti scegliere e partire, invece lui decise di restare..
Gli amici, la politica, la lotta del partito.. alle elezioni si era candidato..
Diceva da vicino li avrebbe controllati, ma poi non ebbe tempo perchè venne ammazzato..
Il nome di suo padre nella notte non è servito, gli amici disperati non l'hanno più trovato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare la storia di Peppino e degli amici siciliani”..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

Era la notte buia dello Stato Italiano, quella del nove maggio settantotto..
La notte di via Caetani, del corpo di Aldo Moro, l'alba dei funerali di uno stato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare la storia di Peppino e degli amici siciliani”...
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

"E' solo un mafioso, uno dei tanti"
"E' nostro padre" "mio padre, la mia famiglia, il mio paese.. ma io voglio fottermene
io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda, io voglio urlare!" (dal film)


 

Appello alla cittadinanza

(3.12.1992)

 

PER UNA RESPONSABILITA’ COLLETTIVA

 

E’ evidente dagli ultimi clamorosi dati emersi dalle indagini sull’attività della criminalità organizzata in Toscana che la nostra Regione, ed in particolar modo Firenze, sono utilizzate sia come centro logistico-direzionale e di smistamento da parte delle grosse organizzazioni criminali, sia come mercato e centro di riciclaggio dei proventi economico-finanziari illegali. I dati, riconfermati anche dalle recenti indagini della Procura fiorentina, sono ormai allarmanti.

Condividiamo il timore espresso anche da alcuni magistrati siciliani che, in questo momento di particolare crisi economica, politica e morale, possano consolidarsi, e perfino prevalere, solo le imprese che hanno la possibilità di attingere, senza limiti ed a basso interesse, ai capitali di origine illegale.

Esiste quindi il pericolo che in poco tempo parte consistente delle attività produttive e commerciali del nostro territorio venga controllata dalla criminalità organizzata.

Aggrava la situazione l’inaridimento culturale e l’assottigliarsi degli spazi della convivenza civile che creano degrado ed emarginazione, un terreno fertile per la micro-criminalità.

Assieme ad un deciso sostegno all’opera della giustizia, ognuno può dare il proprio contributo e svolgere un ruolo di informazione ed analisi della realtà sociale della città nei suoi molteplici aspetti, per meglio conoscere, prevenire e contrastare il dilagare della criminalità organizzata, a difesa della nostra democrazia.


 

Il neo-costituito Coordinamento Antimafia di Firenze

Firenze, 25 Ottobre 1992


 


 


 

Barbara Anglani, Valentina Dolora, Claudio Gherardini, Valerio Bessi, Laura Abbozzo, Elisa Frascino, Antonio Litore, Paola Miglio, Isetta Barsanti, Elisabetta Righini, Lorenza Maione, Marta Parigi, Barbara Brogi, Mirella Catalano, Simone Baglioni, Andrea Danilo Conte, Gabriella Grasso, Elena Cardosi, Neva Lapini, Patrizio Grippa, Vittoria Franco, Silvia Contini.